ARTROSI

 

 

ARTROSI

Con questo termine si intende una sofferenza articolare, di tipo evolutivo, cioè con andamento peggiorativo nel tempo. E' una malattia degenerativa cronica che interessa le articolazioni. È una delle cause più comuni di disturbi dolorosi, colpisce circa il 10% della popolazione adulta generale, e il 50% delle persone che hanno superato i 60 anni di età. E' conosciuta anche con il termine di osteoartrosi o osteoartite.

La sofferenza è caratterizzata inizialmente da un’usura delle cartilagini delle articolazioni a cui consegue una modificazione di tutte le strutture che le compongono (tessuto osseo, capsula, muscoli). L’usura delle parti cartilaginee causa uno stato infiammatorio e via via un assottigliamento dello spazio tra un capo osseo e l’altro. Provoca anche l’ispessimento della capsula articolare (che diventa sempre più rigida), l’alterazione del delicato equilibrio tra cellule (che costruiscono e distruggono). La cartilagine può "ossificarsi", perdendo la flessibilità, e i capi ossei invece "rarefarsi", perdendo la densità) ed infine provoca la contrazione dei muscoli inseriti intorno all’apparato. L’esito finale del processo artrosico, dopo molti anni, è il blocco totale dell’articolazione interessata con perdita della sua funzionalità.

QUAL È LA TERAPIA?

Nessuna malattia subisce così tanti interventi terapeutici come l’artrosi. Questo si verifica perché la malattia ha più fasi cliniche (dalla sensazione di rigidità ai movimenti acuti, da remissioni anche spontanee ad aggravamenti improvvisi anche con notevole limitazione dei movimenti), perché si manifesta a diverse età (dai 30 ai 70 anni) ed infine perché può interessare tutti i distretti corporei ove vi sia un’articolazione.

La terapia dell’artrosi in generale mira ad arrestare (oppure a rallentare) e a far regredire il corso della malattia o perlomeno a ridurre oppure eliminare i disturbi da essa provocati.

Il Protocollo riabilitativo, prevede la visita iniziale con il medico reumatologo, il quale prescriverà la terapia per il paziente, che nella maggior parte delle volte prevederà anche lo svolgimento di importantissima fisioterapia.

PREVENIRE L’ARTROSI CON LA FISIOTERAPIA

Per fisioterapia si intende l’insieme delle forme di attivazione muscolare e degli esercizi articolari (semplici e complessi) diretti a migliorare, riequilibrare, l’aspetto posturale (cioè le posizioni del corpo soprattutto da seduti e in piedi) e quello dinamico (cioè il corpo in movimento).I vari "sinonimi" ancora oggi purtroppo in uso, come "ginnastica correttiva", ecc., sono imprecisi e limitativi perché la fisioterapia è una vera e propria terapia indispensabile alla cura riabilitativa, anche dell'artrosi.


Nel trattamento dell'artrosi l’effetto fisioterapico non si limita alla riduzione del dolore o alla correzione delle "anomale posizioni", ma prima di tutto si cerca di insegnare al paziente  a conoscere il proprio corpo  perché attraverso i movimenti si esprimono anche i vari aspetti della propria personalità

 

Approccio Multidisciplinare

Un trattamento globale del paziente con artrite reumatoide che consideri non solo l’aspetto farmacologico, ma anche quello riabilitativo, non può però prescindere da un approccio multidisciplinare.

Solo mediante un approccio terapeutico globale  realizzabile con un articolato intervento multidisciplinare ed interdisciplinare è possibile fornire al paziente affetto da questa malattia, anche in fase precoce, tutti gli strumenti necessari a ridurre il grado della sua disabilità.

 

 

Prenotazioni

Come possiamo aiutarti?

Richiedi maggiori informazioni! Il nostro staff è a vostra disposizione

Contattaci

attiva centro medico

Centro Medico Attiva

P. IVA: 03493081206
Cookie Policy

Contatti

Centro Medico Attiva S.r.l.
Indirizzo
Via Marzabotto 25, 40065 Rastignano BO
Telefono
051 006 3041
Direttrice Sanitaria: Dott.ssa Monica Bacci
Legale rappresentante: Paolo Fabrizi, Amministratore Unico  
Autorizzazione sanitaria: Prot. 2016/0003305; Pratica SUAP 452/2015 - Pianoro 23/03/2016